Le buone pratiche per gli eventi: allestimenti di seconda mano

Vai alla pagina Facebook Vai alla pagina Facebook Vai al gruppo Linkedinnews RSS

Intervista a Giorgio Galli, titolare di Galli Scenografie

3R - Ridurre, Riutilizzare, Riciclare è uno dei principi cardine della sostenibilitàPromotori, organizzatori e aziende del settore, intenzionate a realizzare eventi sostenibili sono chiamati ad adottare una politica green mirata a ridurre in prima battuta la richiesta di materie prime, incentivare il riutilizzo di materiali (ad esempio banner e vele senza realizzati senza indicazione temporale per essere riutilizzati in edizioni successive) e, come ultima alternativa, smaltirli in maniera differenziata.

Uno degli ambiti principali su cui ridurre gli impatti ambientali di un evento è quello delle scenografie e degli allestimenti, tra le scelte virtuose: progettare allestimenti con materiali ecocompatibili (legno, bambù, piante a noleggio e materiali ecologici certificati di terza parte), riutilizzare gli allestimenti e scegliere materiali facilmente differenziabili.

Riutilizzare il materiale scenografico e gli allestimenti (una delle “3R”), è una scelta che garantisce un benefit non solo di natura economica, ma anche ambientale, solo per citarne alcuni: riduzione del consumo di materie prime e dell’energia legata alle fasi di trasformazione e trasporto, riduzione del volume di rifiuti smaltito e dell’emissione di gas clima-alteranti dalle discariche.

Galli Scenografie,  è  la prima azienda di settore a promuovere e credere nella possibilità di un allestimento alternativo ed ecosostenibile.

La “vetrina delle occasioni”, il portale web ideato da Galli Scenografie, rappresenta  una novità assoluta in Italia. Attraverso la vetrina è possibile acquistare o mettere in vendita elementi scenografici: favorendo il riutilizzo e i risparmi associati sia per i costi di acquisto, sia per l’ambiente.

Questa idea, ci spiega Giorgio Galli il titolare di Galli Scenografie, nasce da diverse considerazioni maturate durante la lunga esperienze nei laboratori di scenografie, dove ho visto destinare in discarica materiali che, altrimenti, potevano essere benissimo recuperati. Inoltre conoscendo bene la situazione dei teatri e delle compagnie, mi sono reso conto delle crescenti problematiche economiche, legate essenzialmente alla riduzione dei budget e al carico associato all’acquisto di scenografie/allestimenti sempre nuovi. Ad oggi però questo problema abbraccia diverse realtà del settore e non solo, come: case di produzione cinematografiche, agenzie di organizzazioni eventi e associazioni culturali. Per questo l’idea di realizzare un portale “La Vetrina delle occasioni” per la compravendita di materiale per l’allestimento usato ha raccolto, fin da subito, un grande interesse: in poco più di otto mesi di attività abbiamo riciclato diversi elementi scenici e da Gennaio 2012 siamo on-line con un blog site interamente in inglese, con l’ambizione di riuscire a creare un circuito europeo del riciclo scenico.

Per ulteriori informazioni scrivete a info@galliscenografie.it